Facebook Pixel
 

Legno e vino, binomio di qualità

Mercoledì 29 Novembre 2017 - 09:01

Legno e vino, binomio di qualità

Il consolidamento della propria brand identity è una delle chiavi di vendita, alla base di ogni azione di comunicazione e marketing. In pratica è l'esaltazione della propria identità commerciale, la magnificazione del proprio marchio.

In un mercato in continua crescita, con il pieno favore delle previsioni - secondo una recente analisi di IWSR (International Wine and Spirits Research) nei prossimi quattro anni si prevede un aumento delle vendite quantificabile in più di 24 milioni di casse nel solo mercato USA - ed in un periodo in cui sbocciano continuamente nuove realtà, nuove produzioni ed anche continui tentativi di plagio, è oltremodo necessario creare e rafforzare la propria identità.

Non basta realizzare un buon vino. Questa è una condizione necessaria, ma non sufficiente.
Diventa importante trasferire la propria identità sul proprio prodotto, così da creare un binomio indissolubile nel tempo. Questo vino è ottimo perché sono io a produrlo.
Si crea quindi un racconto intrecciato: la storia, le radici, la qualità di chi produce e di ciò che produce. Solo in questo modo il proprio vino si può differenziare da quello di gli altri che, solo apparentemente, fanno lo stesso lavoro.

L'immagine quindi è un elemento da studiare con cura, anche per le bottiglie di vino. In questo caso l'abito fa il monaco, contrariamente a quanto dice il proverbio.
La questione è stata ampiamente discussa durante l'ultimo Vinitaly, in cui si è potuta notare la netta ricerca dell'arte espositiva. Cantine ed imprese vitivinicole sembrano infatti sempre più alla ricerca di finezze artistiche che sappiano colpire l'occhio, ancor prima delle papille gustative, e che possano attrarre il consumatore.
Perchè si beve prima con gli occhi.
Ecco quindi che anche l'enogastronomia ammicca all'arte della comunicazione non verbale.

Esporre e proporre con carattere: il legno la fa da padrone

Dall'esposizione che avviene all'interno di un'enoteca, passando per il wine bar fino al ristorante di lusso, la presentazione del vino ha come elemento comune il legno, materiale della tradizione che richiama la botte, la natura, la tradizione.
Analizzando infatti i locali più blasonati è possibile notare come tutti siano caratterizzati dalla presenza predominante del legno come materiale di arredo e finitura. Vino e legno sono legati da un binomio secolare.

Brinda al successo grazie ad una cantinetta portabottiglie dal look accattivante.
Scegli il meglio: scegli il legno!

ALTRI ARTICOLI

  • Mercoledì 22 Novembre 2017

    Investire sugli occhiali significa vedere lontano

    Investire sugli occhiali significa vedere lontano

    Uso costante di apparecchi elettronici o effetto moda? Fatto sta che il mercato dell'ottica è in costante crescita

  • Mercoledì 15 Novembre 2017

    Come aumentare le vendite di pane e dolci

    Come aumentare le vendite di pane e dolci

    In un mercato sempre più in crisi, il forno tradizionale sta cambiando. Trucchi e strategie per dare nuova vita all?arte panettiera.

  • Mercoledì 08 Novembre 2017

    Perché scegliere un espositore in legno?

    Perché scegliere un espositore in legno?

    Un espositore in legno può effettivamente creare la differenza nelle vendite di un prodotto, soprattutto all'interno di grandi supermercati.


Espositori in legno ad incastro suggeriti


Vedi tutti i prodotti

X
Per migliorare il servizio Amici Atos di Amici Daniele e C. Snc ed i suoi partner utilizzano i cookie. Continuando la navigazione del sito ne accetti l'utilizzo.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come modificare le impostazioni del tuo browser, leggi la nostra politica in materia di cookie.

ACCETTA