Facebook Pixel
 

Come aumentare le vendite di pane e dolci

Mercoledì 15 Novembre 2017 - 09:14

Come aumentare le vendite di pane e dolci

In una dieta equilibrata, il pane è un alimento fondamentale che non deve mancare. Non a caso è alla base della piramide alimentare e ricopre un ruolo importante nella dieta mediterranea.

Eppure lo scenario dipinto da una recente analisi di Coldiretti è decisamente differente. Infatti se ai tempi dell'Unità d'Italia - nel 1861 - si consumavano quotidianamente circa 1,1 chili di pane a persona, il consumo pro capite è sceso inesorabilmente fino agli appena 85 grammi al giorno del 2015.

Il drastico taglio dei consumi e la svolta nelle abitudini a tavola degli italiani ha portato ad un vero e proprio spostamento della clientela verso prodotti come il pane biologico, dovuto in parte anche all'aumento dei disturbi legati all'alimentazione.
Diversificare i prodotti, produrre pane senza glutine e a base di cereali alternativi al frumento, come ad esempio kamut e farro, è quindi diventata una necessità per mantenere florido il business di panetterie e forni.

Ma questo non basta.
Il consumatore non è più quello di diversi anni fa: ora è più esigente, meno "fedele", richiede costanti novità e soprattutto detesta farsi vendere qualcosa pur adorando comprare.
Il negozio diventa quindi un vero e proprio "prodotto" addizionale per i clienti, forse quello più importante.
Il cliente, infatti, si aspetta continue sollecitazioni psicologiche: se la merce non è invitante, la vendita non avrà luogo. Già nel 1936 il noto architetto Le Corbusier affermava che "la vetrina è il modo migliore per attirare clienti e convincerli ad entrare".
Logiche geometriche, criteri espositivi, display ed espositori sia esterni che interni costituiscono elementi sempre più importanti nella strategia di business di ogni pubblico esercizio che, ad oggi, è equiparabile a vere e proprie aziende.

Estetica, cura della presentazione e dettaglio sono parti integranti della vendita, al pari del prodotto.
Le più affermate tecniche di visual merchandising e marketing suggeriscono, tra le altre cose, la "verticalizzazione", ossia l'esposizione dei prodotti secondo una disposizione sviluppata in verticale anziché in orizzontale, spesso abbinata alla presentazione dei prodotti per gruppi di 3 al fine di evitare la perdita di interesse agli occhi del cliente.

La scelta di un espositore per il pane ed i prodotti da forno, quindi, non è solamente un vezzo, ma una vera e propria strategia commerciale. A questo, punto quindi, quale acquistare?
Scegli il meglio: scegli il legno!

ALTRI ARTICOLI

  • Mercoledì 29 Novembre 2017

    Legno e vino, binomio di qualità

    Legno e vino, binomio di qualità

    Con il fatturato in costante aumento, la partita del vino si gioca sugli scaffali e nel modo di esporre

  • Mercoledì 22 Novembre 2017

    Investire sugli occhiali significa vedere lontano

    Investire sugli occhiali significa vedere lontano

    Uso costante di apparecchi elettronici o effetto moda? Fatto sta che il mercato dell'ottica è in costante crescita

  • Mercoledì 08 Novembre 2017

    Perché scegliere un espositore in legno?

    Perché scegliere un espositore in legno?

    Un espositore in legno può effettivamente creare la differenza nelle vendite di un prodotto, soprattutto all'interno di grandi supermercati.


Espositori in legno ad incastro suggeriti


Vedi tutti i prodotti

X
Per migliorare il servizio Amici Atos di Amici Daniele e C. Snc ed i suoi partner utilizzano i cookie. Continuando la navigazione del sito ne accetti l'utilizzo.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come modificare le impostazioni del tuo browser, leggi la nostra politica in materia di cookie.

ACCETTA